Smontaggio DJI Mavic Air 2: abbastanza facile da riparare

dji_mavic_air_2

DJI Mavic Air 2 è il nuovo drone caldo sul mercato in questo momento. E con così tanti che salgono in aria, è probabile che alcuni scendano un po’ più duramente di quanto intendessero i loro proprietari. Per questi inconvenienti, un nuovo smontaggio del Mavic Air 2 mostra che il drone è abbastanza facile da riparare, con alcuni avvertimenti.

iFixit ha appena pubblicato un brillante smontaggio del Mavic Air 2 che mostra come tutti i componenti principali si incastrano. E ci sono molte buone notizie per le riparazioni. Il drone è tenuto insieme interamente da viti, facilitando la rimozione della maggior parte dei componenti qualora fosse necessario sostituirli.

Con il gimbal della fotocamera non protetto nella parte anteriore, nella parte inferiore del drone, è sicuramente vulnerabile agli atterraggi duri. Se la videocamera dovesse essere distrutta, tuttavia, è semplice sostituirla. Innanzitutto è necessario rimuovere la piastra inferiore, che è trattenuta da sei viti a testa esagonale. Quindi rimuovere alcune altre viti che tengono la staffa del gimbal nella parte inferiore del drone. I suoi componenti elettronici sono collegati al circuito più basso del drone tramite cavi press-connect, il che significa che non è necessaria alcuna saldatura per scollegare la vecchia fotocamera e collegarne una nuova.

L’unità del sensore di visione nella parte inferiore del drone ha anche connettori a scatto, che lo rendono facile da sostituire se un atterraggio duro estrae uno dei sensori o la luce di atterraggio a LED collegata. I sensori anteriore e posteriore si agganciano anche a vari connettori all’interno del drone. Quindi, non è necessaria alcuna saldatura.

Mavic Air 2 utilizza più circuiti interni. Quindi, se uno è danneggiato, non hai rovinato tutta l’elettronica. La scheda più bassa contiene il processore, la RAM e la memoria interna, sotto un robusto dissipatore di calore e una ventola di raffreddamento. Una scheda vicino alla parte superiore del drone contiene l’unità GPS e si collega ai sensori anteriori.

Le riparazioni diventano più complicate con i motori. I loro cavi di alimentazione sono saldati al motore su un’estremità e su un altro circuito stampato all’interno del drone sull’altra estremità. Il circuito stampato nel drone è abbastanza semplice, lasciando molto spazio per accedere a ciascuno dei cavi del motore ad esso collegati. E se questa scheda viene danneggiata in un incidente di saldatura, non stai distruggendo molti chip di silicio di fascia alta, che si trovano invece su altre schede all’interno del drone.

Il vero svantaggio è il modo in cui i motori si attaccano alle estremità dei quattro bracci del drone. Per qualche motivo, i cavi di alimentazione vengono fatti passare attraverso le zampe che si trovano sotto ciascun motore. Quindi, se una delle zampe è danneggiata e deve essere sostituita, ci sono da fare anche ulteriori lavori di saldatura per sostituire i cavi che le attraversano.

In breve, c’è molto da apprezzare su come viene assemblato il Mavic Air 2. La fotocamera e i sensori sono facili da sostituire e più circuiti stampati significano che un incidente non danneggerà tutta l’elettronica del drone. I motori sono comunque più impegnativi, con tutta la saldatura richiesta.

È possibile che tu non abbia necessità di effettuare le tue riparazioni, soprattutto se acquisti una garanzia estesa. Ma più è facile riparare il drone, più velocemente può tornare in aria, chiunque faccia il lavoro.

Acquistando la DJI Care Refresh dal nostro sito DJI Store, hai il vantaggio di riceverla per email immediatamente dopo il pagamento. Nella email trovi il codice di attivazione e le istruzioni per attivarla. Ricordarsi che la DJI Care Refresh va attivata entro 48 ore dall’attivazione del drone. La sua durata è di 1 anno, non rinnovabile, e permette due sostituzioni ad un costo di 79 euro per la prima e 109 euro per la seconda. La DJI Care Refresh, a differenza della garanzia che copre i difetti di fabbrica, copre i danni causati da errori del pilota inclusi danneggiamenti da acqua. Ricordiamo infine che acquistando da noi hai il vantaggio dell’assistenza tecnica in italiano anche via telefono e non dovrai preoccuparti di comunicare direttamente con DJI per conoscere lo stato della tua riparazione.