Samsung Smartphone Galaxy S20 Ultra 5G, Display 6.9″ Dynamic AMOLED 2X, 4 fotocamere posteriori, 128GB Espandibili, RAM 12GB, Batteria 5000mAh, Hybrid SIM/eSIM, 2020 [Versione Italiana], Cosmic Gray

APPROFITTA DELL’OFFERTA AMAZON:

Molti si aspettano che il più avanzato smartphone realizzato da Samsung debba anche essere il più interessante, quello da desiderare ed acquistare. Io la penso diversamente: se guardo il Galaxy S20 Ultra vedo infatti un insieme di soluzioni tecnologicamente interessanti, tutte racchiuse in un unico corpo. Ma attenzione a fare le giuste distinzioni perché da quest’anno sono entrati in gioco anche i pieghevoli e di certo spetta a loro la coccarda di veri innovatori.

Da uno smartphone di questo calibro mi aspetto che tutto vada liscio come l’olio: pretendo potenza di calcolo a più non posso che mi garantisca almeno due anni di compatibilità con tutte le applicazioni più pesanti e memoria a sufficienza. Samsung riesce a dare una risposta precisa grazie al nuovo chip Exynos 990 octa-core e ben 12GB di memoria RAM LPDDR5 di ultima generazione. Ciò significa far girare tutto senza intoppi e gestire anche DeX, presente ma sostanzialmente invariato rispetto al passato.

A supporto c’è poi l’interfaccia One UI 2.1 che resta una delle migliori in circolazione, sia per completezza che per facilità d’uso e intuitività: avere tutta una serie di aiuti grafici che permettono di gestire uno smartphone così grande, anche solo con una mano, fa la differenza. A dare quella spinta in più ci pensa poi il nuovo display con refresh rate fino a 120Hz che rende tutto molto più fluido e rapido, un feedback certamente migliore dal quale sarà difficile tornare indietro.

Le prestazioni sono quindi quelle attese: aggiungo una totale assenza di lag e animazioni rapidissime, soprattutto se impostiamo le gesture per il controllo dell’interfaccia. Nessuna differenza di sorta con la versione internazionale (Snapdragon) che ho avuto modo di provare nelle scorse settimane grazie ai colleghi di altri Paesi: nell’uso comune non si notano differenze significative.

Ma qualcosa bisogna comunque puntualizzare, in particolare se il Galaxy S20 Ultra punta ad una nicchia di appassionati e sono quindi piuttosto certo che determinati dettagli rivestono un ruolo ancora più centrale. Rispetto agli scorsi anni sentiremo di più la mancanza della piattaforma Qualcomm per due motivi principali: l’autonomia e la connettività. Vi spiego perché.

CARATTERISTICHE TECNICHE PRINCIPALI

  • dimensioni e peso: 166,9x76x8,8mm per 220 grammi
  • OS: Android 10
  • display: Dynamic AMOLED 2X 6,9″ QHD+ Infinity-O, 511ppi, HDR10+, refresh rate 120Hz
  • processore: Qualcomm Snapdragon 865 | Exynos 990
  • memoria:
    • 12GB di RAM LPDDR5
    • 128GB di memoria interna UFS 3.0 espandibile (fino a 1TB)
  • batteria: 5.000mAh con ricarica Fast Wireless Charging 2.0
  • connettività: 5G NSA Sub-6Ghz, WiFi 6, Bluetooth 5.0, USB-C 3.2, NFC, GPS, Galileo, Glonass, BeiDou – eSIM supportata
  • sensore delle impronte digitali: integrato nel display
  • audio: speaker stereo Dolby Atmos
  • fotocamera anteriore: 40MP – PDAF, FOV 80°, f/2,2
  • fotocamere posteriori:
    • 108MP – FOV 79°, F/1,8
    • 12MP ultragrandangolare – FOV 120°, F/2,2
    • 48MP tele – FOV 24°, f/3,5
    • ToF VGA, FOV 72°, f/1,0
    • Space Zoom: zoom ottico ibrido 10x, zoom digitale 100x

AUTONOMIA

Con la precedente generazione e con gli stessi ultimi modelli di Samsung abbiamo avuto la conferma di quanto si dicesse in giro ovvero che la piattaforma hardware “Exynos” paga sempre pegno rispetto alla controparte Qualcomm in termini di efficienza energetica. La differenza si vede spesso nei consumi in standby, con i SoC della casa coreana che mostrano un draining più elevato in momenti di apparente calma ma anche nella gestione complessiva.

La buona notizia è che troviamo su questo modello un’enorme unità da 5.000 mAh; la brutta è che questo componente non lo rende un cosiddetto battery-phone. Il sistema è complesso, alcune operazioni richiedono ovviamente più energia del normale (penso ai video in 8K), motivo per cui sotto molto stress si può mettere in crisi l’autonomia. In un contesto normale e più comune si riesce tranquillamente a concludere una giornata con ancora il 15-20% di carica a sera

CONNETTIVITA’

Si parla poco di 5G ultimamente: sarà che anche gli operatori devono ancora andare sul concreto e stanno dando risposte immediate alla popolazione con numerose offerte mirate a far fronte all’emergenza ma è pur vero che le reti di quinta generazione saranno presto più concrete. Il Galaxy S20 Ultra (italiano) integra il modem Exynos 5123 annunciato ad ottobre 2019 che, sulla carta, supporta sia lo spettro sub-6GHz (quello attualmente in funzione da noi) sia le più performanti mmWave.

In poche parole Samsung ha risparmiato su questi componenti nei Paesi dove le mmWave non esistono ancora e devono essere implementate. Secondo le nostre informazioni alcuni operatori italiani effettueranno già quest’anno i primi test sul campo sfruttando tale spettro; è quindi verosimile pensare ad un graduale rilascio a partire dal 2021. Nessun dramma però: all’atto pratico sarà quasi impossibile accorgersi della differenza potendo navigare in 5G sullo spettro sub-6Ghz ma… è un compromesso che avrei evitato.

 

Sempre molto curato l’audio in tutte le sue forme, questo nonostante le cornici siano molto sottili e sopra sia stato ricavato uno spazio minutissimo per la capsula auricolare ed il secondo altoparlante. In chiamata il suono è eccellente, limpido, forte e chiaro, ma è in vivavoce e/o quando ascoltiamo della musica che si sente la vera differenza rispetto agli altri smartphone.

CONCLUSIONI

Chi compra questo smartphone fa una scelta ben precisa e consapevole, non si lascia spaventare ne dal suo enorme display ne dal peso oltre i “limiti consentiti”. Ma se vuoi avere il meglio devi osare ed esser pronto, in questo caso, anche a qualche compromesso come quelli appena raccontati sopra: dettagli tecnici per alcuni, inezie per altri.

Di certo Samsung è riuscita a realizzare qualcosa di diverso dalla proposizione dello scorso anno in quanto gli altri due Galaxy S20 risultano infatti ben più conservativi. Con il modello Ultra si è voluto azzardare, si è voluto spingere un po sull’acceleratore e buttare un occhio verso nuove strade, come dimostra l’eccellente fotocamera da 108MP che rompe con il passato dopo anni di piccolissimi passi in avanti in questo specifico comparto.

Per il resto è lo smartphone Premium che molti si aspettano: costruzione impeccabile, certificazione IP68, niente jack audio da 3,5mm, autonomia non all’altezza dei 5000mAh nominali, zoom 100X che è solo marketing e un taglio di memoria da 128GB che ci lascia un po perplessi; è vero, c’è il doppio slot che permette di ampliare se necessario lo storage fino a 1TB, un doppio slot che però stona un po come su alcuni dei suoi simili più illustri (vedi iPhone 11 Pro Max che parte da 64GB).

APPROFITTA DELL’OFFERTA AMAZON:

Prezzo precedente: 1.379,00 €
Prezzo: 1.281,79 € Spedizione GRATUITA.
Risparmi: 97,21 € (7%)