Attraverso il suo account Twitter, Realme ha confermato che il primo lancio globale dell’azienda avrà luogo al Mobile World Congress 2020 a Barcellona. Vi diciamo ciò che è noto finora.

Anche se non ha ancora vissuto per due anni, ha raggiunto ciò che finora nessun marchio giovane aveva raggiunto: diventare il settimo produttore di telefonia mobile al mondo. In Spagna, in pochi mesi è passata dall’essere un’impresa sconosciuta al quarto marchio più venduto negli ultimi quattro mesi del 2019.

Ora sono pronto per eseguire il suo primo lancio globale. Ciò è stato confermato attraverso un indovinello pubblicato sul suo account Twitter ufficiale, in cui ha condiviso le coordinate di Barcellona per indicare che l’evento di presentazione si svolgerà nell’ambito di MWC 2020.

La società non ha avanzato quello che è il cellulare che verrà rilasciato a Barcellona, ​​ma tutto indica che potrebbe essere il realme X50 Pro 5G.

Ciò è evidente dalle dichiarazioni di Madhav Sheth, CEO del marchio, sul canale YouTube di realme in India, dove quando gli è stato chiesto della disponibilità del realme X50 5G nel paese, ha risposto che verrà rilasciato qualcosa di più grande e migliore da rilasciare questo mese al MWC 2020.

Il nuovo fiore all’occhiello del realme sarà solo uno dei nuovi prodotti che l’azienda annuncerà in fiera. Qualche giorno fa è stato confermato che il primo Realme TV sarà presentato a Barcellona e ci si aspetta anche il lungo braccialetto di attività realme di cui abbiamo sentito parlare così tanto delle voci.

Al momento, Realme non ha confermato la data specifica del suo evento di lancio globale, quindi saremo molto attenti a segnare la giornata sul calendario.

Riescono a ridimensionare un video in bianco e nero dal 1896 a risoluzione 4K

Dopo 124 anni, uno dei cortometraggi più famosi della storia è tornato nelle notizie grazie all’intelligenza artificiale. Questo è “L’arrivée du train à La Ciotat”, un documentario francese dei fratelli Lumière che ha segnato la storia del cinema. Dura a malapena 50 secondi e la sua fama è dovuta all’impatto che ha causato tra gli spettatori.

Il programmatore russo Denis Shiryaev ha aggiornato questo classico del 1896. Con l’aiuto di diverse reti neurali, è riuscito a espandere la nitidezza del cortometraggio ridimensionando l’immagine con una risoluzione di 4K e 60 FPS, utilizzando uno strumento che ci consente per generare pixel in modo intelligente e aggiungere i frame mancanti.

Il film è stato uno dei primi a catturare immagini in movimento, è stato registrato in analogico in formato 35 mm. Il risultato finale colpisce per i dettagli ottenuti: il rumore e la sfocatura originale sono scomparsi. Il programmatore ha condiviso il suo lavoro tramite YouTube in modo da poter apprezzare la differenza sembra che il video sia stato registrato con lo smartphone di ultima generazione.

“L’arrivée du train à La Ciotat”, prodotto dai fratelli Lumière, fu mostrato al pubblico per la prima volta nel 1896. È famoso per aver causato il panico tra gli spettatori, che pensavano che il treno si sarebbe schiantato contro di loro.

Denis Shiryaev ha aggiornato questo cortometraggio con l’aiuto di reti neurali. Ecco il video con una risoluzione di 4K e 60 FPS.

La differenza tra i due è facilmente evidente. L’aggiornamento mostra le immagini più nitide, è più piacevole alla vista e possiamo apprezzare più dettagli con quasi nessuno sforzo. In generale, è un’immagine più liscia e più naturale rispetto a quella originale, più sfocata e granulosa.

L’intelligenza artificiale è presente in diversi settori e non è la prima volta che il mondo esplora il cinema. Questo eccellente lavoro è una dimostrazione di ciò che le nuove tecnologie possono offrirci.