Una recente vulnerabilità delle lampadine intelligenti Philips può finire per violare i tuoi elettrodomestici intelligenti, e questo è ciò che devi sapere per essere sicuro.

Le nostre case sono sempre più intelligenti, dove non abbiamo solo termostati, tapparelle, altoparlanti e televisori, ma anche quelle lampadine intelligenti che creano ambienti diversi e Philips sono le più popolari. Bene, i ricercatori di Check Point Research, hanno scoperto una vulnerabilità delle lampadine intelligenti Philips Hue che potrebbe anche influenzare il resto degli elettrodomestici intelligenti nella propria casa, incluso il PC.

Quattro anni fa, i ricercatori della sicurezza hanno dimostrato che con un drone fuori casa, si poteva hackerare un’intera stanza piena di lampadine intelligenti Philips Hue. Bene, quella vulnerabilità, a causa di problemi di progettazione, non sembra essere completamente risolta e ora un piccolo gateway rimane latente in modo che i criminali informatici possano trarne vantaggio.

La società di ricerca Check Point Research ha dimostrato che è ancora possibile hackerare questo tipo di lampadine intelligenti e sostanzialmente ciò che un utente malintenzionato farebbe sarebbe corrompere una delle lampadine, cambiarne il colore per ingannare il proprietario nel reimpostare la lampadina stessa, per addebitare codice già dannoso senza accorgersene.

È molto difficile per un attaccante farlo con la tua lampadina intelligente Philips, quindi non dovresti preoccuparti troppo. Se hai collegato la tua tonalità a Internet, dovresti aver già installato e aggiornato automaticamente l’ultimo aggiornamento per le lampadine, che avrebbe già la patch e non dovresti preoccuparti di nulla. Controlla di aver installato la versione 1935144040 che contiene la patch di cui abbiamo bisogno.

In ogni caso, il fatto che abbia trasceso queste informazioni chiarisce una cosa: persino l’Internet of Things è esposto agli aggressori e c’è ancora molta ignoranza al riguardo. Ciò dimostra che gli aggressori potrebbero pensare ad altri tipi di malware e tecniche per attaccare la nostra casa, e sapendo che la maggior parte degli apparecchi sono comunicati tra loro, potremmo avere una buona antipatia.

Ma da Check Point, affermano che questo errore non si limiterebbe solo alle lampadine intelligenti Philips, ma poiché il protocollo di comunicazione Zigbee viene utilizzato anche da molti altri marchi che producono prodotti per l’Internet of Things, probabilmente questi tipi di guasti possono essere riprodotto anche con altre marche.