È passato molto tempo da quando riusciamo a ricordare un’azienda che non si chiama DJI, facendo un’innovazione rivoluzionaria nel mondo dei droni con telecamere di consumo. Il gigante cinese è stato due passi avanti rispetto a tutti, praticamente da quando i primi droni Phantom all-in-one hanno iniziato a essere spediti nei tempi preistorici del 2013. Ma il nuovo Skydio 2 sembra che potrebbe portare le cose a un altro livello.

È un drone con sensori integrati così capaci ed elaborazione AI basata su nVidia Tegra X2 che è progettato principalmente per volare autonomamente mantenendo un soggetto in movimento in vista. Con la completa consapevolezza omnidirezionale dei suoi dintorni, può pilotare se stesso in qualsiasi direzione e mantenere la capacità di evitare abilmente gli ostacoli, prevedere il suo percorso futuro e farti sparare senza paura attraverso piccoli spazi vuoti o sfiorare le superfici per filmati drammatici.

Ma i droni di DJI hanno evitato gli ostacoli per anni, dici. È vero: dal 2016 Phantom 4 , i droni DJI hanno avuto la capacità di percepire le cose in una o due direzioni e di impedirsi di volare in esse. Ma non è mai stato un sistema intelligente o focalizzato sulla cinematografia.

Skydio 2 combina le uscite di sei telecamere per vedere in tutte le direzioni e le usa per costruire una mappa 3D dettagliata e in movimento dell’ambiente in cui vola. Quindi, puoi pilotarla tu stesso con il controller opzionale e funzionerà in modo intelligente fai progressi nella direzione che desideri, schivando senza problemi intorno a qualsiasi cosa sul suo cammino. O ancora più semplice, puoi semplicemente dirgli cosa vuoi filmare e all’incirca dove nel cielo essere, e lasciare che faccia tutte le riprese per te.

 

La fotocamera 4K / 60p / 12-mp offre un sensore Sony con un'eccellente gamma dinamica
La fotocamera 4K / 60p / 12-mp offre un sensore Sony con un’eccellente gamma dinamica
Skydio

Può tracciare visivamente soggetti in movimento, come l’equipaggiamento DJI, ma volerà da solo in qualsiasi direzione mentre lo fa, permettendoti di spararti dai lati e l’angolo di follow-behind (generalmente meno interessante). Se le cose si inclinano un po ‘dentro e fuori dalla vista, è meglio attaccare il faro (anche opzionale) sul soggetto, che consente a Skydio 2 di seguirti tramite GPS quando non può vederti, in modo che quando emergi da dietro un albero o una roccia, non dovrebbe mancare un colpo.

Il faro ti dà anche un modo semplicissimo per dire al drone dove deve essere; puoi usare la funzione “bacchetta” per indicare dove dovrebbe dirigersi il drone mentre ti segue. Pertanto, l’esperienza di utilizzo di Skydio 2 è progettata per essere notevolmente diversa da quella di un drone basato su controller come DJI Mavic. E mentre abbiamo visto molti altri droni “auto-pilotanti”, questo sforzo è il primo che sembra che potrebbe davvero avere la potenza e l’intelligenza per riuscirci.

 

In termini di praticità, ha le dimensioni di un DJI Mavic, ma non è pieghevole. Pesa 775 g (1,7 libbre) con una batteria inserita e volerà per circa 23 minuti, raggiungendo velocità massime fino a 58 km / h in 36 km / h sia in volo autonomo che controllato da stick. La portata è di circa 200 m se si vola solo con il telefono. Aggiungi il beacon e puoi ottenere 1,5 km (0,9 mi) e, se usi il controller, puoi ottenere fino a 3,5 km.

Immagine di esempio di Skydio 2Immagine di esempio di Skydio 2

Skydio

Anche la sua fotocamera sembra essere uno sforzo serio, offrendo riprese 4K fino a 60 fps, 1080p slow-motion fino a 120 fps e foto fisse da 12 megapixel nei formati JPG e RAW.

Skydio ha fatto il passo insolito di includere un rapporto dettagliato di benchmarking della fotocamera indipendente con il suo kit multimediale, confrontando la fotocamera di Skydio 2 con quella del Mavic 2 Pro e di altri concorrenti. L’unità potenziata Hasselblad di Mavic 2 Pro è stata finora la migliore fotocamera che abbiamo usato su un drone di gran lunga, ma – almeno sui fogli di prova – lo Skydio 2 sembra essere almeno una partita in quasi tutte le categorie. In effetti, il sensore da 1 / 2,3 pollici derivato dalla Sony di Skydio sembra offrire una gamma dinamica di 13 stop significativamente più ampia, il che significa che manterrà più dettagli nelle luci e nelle ombre rispetto al Mavic 2 Pro. Mentre c’è di più in una fotocamera oltre alle specifiche di riferimento, la nuova unità Skydio merita sicuramente di essere considerata un’opzione seria per la fotocamera.

Skydio 2 inizierà a spedire a novembre a 999 USD ciascuno, il che è significativamente più economico del Mavic 2 Pro a 1,729 USD. Se desideri aggiungere un controller o un beacon, costano $ 149 ciascuno e vengono forniti con le loro piccole custodie da viaggio, così come il drone stesso. Anche con entrambi, presenta una proposta convincente e uno sviluppo entusiasmante nel settore. È stato un tempo insolitamente lungo da quando DJI ha impresso la sua autorità sul segmento con una nuova versione, e lo Skydio 2 ci assomiglia molto come un punto di svolta dal campo di sinistra.